fbpx

La stagione calda è l’occasione per modificare abitudini scorrette e “aggiustare il tiro” per affrontare poi al meglio l’autunno. Il punto con la nutrizionista Michela Abbatelli.

Nulla di nuovo se affermiamo che palestra e alimentazione sono un binomio indissolubile.

Nello sport e nell’attività fisica in generale l’alimentazione svolge un ruolo fondamentale: per questo motivo prima di iniziare l’allenamento in palestra, e dopo averlo concluso, è bene sapere cosa mangiare, quanti pasti fare e quali alimenti privilegiare per riuscire ad avere un corpo più tonico e sano. Ecco dunque qual è la corretta dieta per allenarsi in palestra. 

La palestra è la casa delle “diete”: quelle dell’ultimo minuto, quelle senza carboidrati, “diete fai da te” e soprattutto diete a “casaccio”. Tutto ciò poi si accentua quando arriva l’estate. 
Ecco allora qualche piccolo consiglio per affrontare al meglio il caldo e la amata/odiata estate, ma soprattutto per salvaguardare la nostra salute se ci si sta ancora allenando!
Questi suggerimenti non sono poi tanto diversi da quelli che normalmente si è abituati a sentire. Perché scriverli allora? Perché credo che l’arrivo dell’estate con il suo sole, le sue varietà di frutta e verdura, sia un buon momento per modificare abitudini alimentari scorrette, per “imparare” a mangiare così da ritrovarsi pronti e affrontare l’autunno. 

A differenza di quanto normalmente si pensa, non occorre variare di molto l’alimentazione in estate a patto che la dieta sia equilibrata. Se così non è questo è il momento giusto per modificare e aggiustare il tiro. 
La regola d’oro per tutti è quella di combattere la disidratazione e reintegrare i liquidi. Il caldo infatti richiede una maggiore quantità di liquidi e la scelta deve cadere su frutta e verdura di stagione, alimenti ricchi di acqua e carotenoidi, molto importanti per la protezione della pelle dai danni del sole. Grandi piatti di insalata, pasta fredda e macedonie possono rappresentare delle scelte opportune. 

Ovviamente l’acqua dovrebbe essere assunta in quantità maggiori magari integrando con opportuni sali minerali come magnesio e potassio, nel caso di allenamenti. 
Chi vuole seguire una dieta per la palestra deve innanzitutto prendere in considerazione il tipo di routine che solitamente esegue, dato che il fabbisogno dell’organismo varia in base al tipo di allenamento svolto. In linea generale, chi svolge un costante esercizio fisico dovrebbe preferire una dieta proteica, senza tuttavia eliminare carboidrati e grassi. Meglio fare tre pasti principali – colazione, pranzo e cena – intervallati da due spuntini, così da meglio stimolare il metabolismo. 

Alimentazione e palestra, ecco le 8 regole da seguire in estate


Ecco le otto regole d’oro:
    •    È indispensabile bere molta acqua, almeno due litri al giorno; 
    •    prediligere carne bianca e pesce; 
    •    dare ampio spazio alla frutta e alla verdura; 
    •    bere latte e consumare latticini a basso contenuto di grassi. Ottimo è lo yogurt greco o lo skyr; 
    •    fornire all’organismo una quantità sufficiente di carboidrati, meglio se a basso indice glicemico (come, per esempio: riso e pasta integrali, farro, orzo e grano saraceno); 
    •    se necessario, utilizzare gli integratori di sali minerali per ripristinare l’equilibrio idrosalino; 
    •    evitare gli alimenti raffinati, come prodotti da forno e quelli che contengono zuccheri e grassi aggiunti; 
    •    evitare le bevande dolci e i superalcolici. 

Dottoressa Michela Abbatelli
Jesi, corso Matteotti, 20
Cell. 3335316623